Seleziona lingua

A te il controllo dell'efficienza frenante

Scarica PDF

I conducenti possono avvertire un calo dell’efficienza del freno in tante maniere diverse: surriscaldamento, riduzione della forza frenante e degradazione delle pastiglie sono solo alcune di esse. ‘Vapour lock’ e ‘pedale spugnoso’ rappresentano dei problemi seri: in questa sezione, ti daremo alcuni consigli dettagliati su come risolverli.

A. VAPOUR LOCK

Questo fenomeno, considerato uno dei più preoccupanti e pericolosi tra quelli connessi con la perdita dell'efficienza frenante, è legato al liquido freni. La frenata genera un surriscaldamento considerevole e per resistere a queste alte temperature senza raggiungere l'ebollizione, il liquido freni è dotato di un punto di ebollizione elevato. Ma il liquido freni è anche igroscopico, il che significa che assorbe l'acqua. In tutti gli impianti frenanti idraulici, il liquido freni assorbe gradualmente l'umidità, abbassando, così, il proprio punto di ebollizione.

Quando questo assorbimento dell'umidità raggiunge un certo livello, a seguito di frenate brusche e prolungate, soprattutto in presenza di clima caldo e carichi pesanti, il calore può portare il liquido freni all'ebollizione, creando bolle di gas. Poiché il gas è molto più comprimibile del liquido, il conducente non avvertirà alcuna pressione sul pedale del freno. Questo darà origine ad una perdita totale della potenza frenante nota, appunto, come vapour lock.

COME EVITARE IL FENOMENO DEL VAPOUR LOCK

1. SCEGLI IL LIQUIDO FRENI GIUSTO

La scelta del liquido freni giusto da immettere nell'impianto idraulico è fondamentale. Dovrà essere sempre utilizzato il tipo specifico raccomandato dai costruttori di veicoli. Naturalmente anche la qualità del liquido freni è un aspetto determinante.. Di seguito riportiamo alcune caratteristiche che dovrà avere il liquido freni.

Un buon liquido freni deve:

  • essere incomprimibile in modo da garantire la corretta pressione del pedale durante la frenata
  • avere un punto di ebollizione elevato
  • mantenere le sue prestazioni anche durante l’assorbimento dell’umidità
  • avere una viscosità che rimanga entro parametri ben definiti
  • avere il potere lubrificante adeguato
  • impedire la corrosione
  • provocare un rigonfiamento della gomma controllato per impedirne il ritiro

I liquidi freno Ferodopossiedono tutte queste importanti caratteristiche e addirittura superano i requisiti legali nell'intera gamma.

2. TESTA IL LIQUIDO FRENI

Sebbene molti costruttori di veicoli e dispositivi frenanti forniscano raccomandazioni minime a cui attenersi, il momento giusto per la sostituzione del liquido freni non deve essere calcolato sulla base degli anni o del chilometraggio del veicolo. L'unico modo per controllare il liquido è di precedere al collaudo facendolo bollire. Ecco alcuni punti da tenere in considerazione:

ferodo-support-techtips-efficiency-lock2-visu-2016

Tester di conduttività o tester a penna o di conduttività non fanno bollire il liquido. Eseguono una stima elettronica del contenuto di acqua. In teoria, la conduttività (e/o la capacità) aumenta con il contenuto di umidità. Tuttavia, è bene ricordare che tali tester potrebbero potenzialmente fallire con liquidi nuovi e ‘non rilevare' liquidi contaminati.

ferodo-support-techtips-efficiency-lock2-visu2-2016

Ferodo ha sviluppato un tester per liquido freni di elevata qualità (codice FFT100A) che garantisce la misurazione accurata del liquido dei freni dei vostri clienti. In caso di clienti che necessitino di contenuti d'acqua estremamente accurati, Ferodo è in grado di determinarne il livello sfruttando le tecniche standard dell'industria come ad esempio, il metodo Karl Fisher per la misurazione del contenuto idrico. 

3. CAMBIA IL LIQUIDO FRENI

Quando il punto di ebollizione è troppo basso, è necessario cambiare il liquido freni. Ecco alcune linee guida su come realizzare lo spurgo dell'impianto per cambiare il liquido.

Attenzione: Prima di spurgare l'impianto, effettuare un test sulle perdite del cilindro di comando agganciando un manometro al tubo del freno a ganasce più vicino.

L'impianto deve essere pressurizzato a 50 bar per 45 secondi senza mai incorrere in una perdita di pressione superiore a 4 bar. Ogni ulteriore caduta di pressione indica una perdita nel cilindro di comando che dovrà essere esaminata. Può essere effettuato anche un secondo controllo, ma ad una pressione inferiore, pari a 10 bar.

PROCEDIMENTO DI SPURGO - VEICOLI CON FRENI A DISCO ANTERIORI E POSTERIORI

Quando si procede allo spurgo dei freni è sempre necessario seguire un determinato ordine, partendo con la ganascia freno più lontana dal cilindro di comando (quella posteriore sinistra o quella posteriore destra, in base alla configurazione del veicolo, ossia guida a destra o guida a sinistra).

  • Con i rubinetti di spurgo chiusi, inserire il tubo di spurgo nella prima ganascia e aprire il rubinetto.
  • Dare colpi lenti, pieni e decisi al pedale del freno finché il liquido del freno non sia visivamente (nel tubo di spurgo) pulito e privo di eventuali bolle d'aria.
  • Con il pedale completamente premuto, chiudere il rubinetto di spurgo e rimuovere il tubo.
  • Continuare con la ganascia posteriore opposta e ripetere la procedura.
  • Una volta completate le operazioni elencate sopra per le ganasce posteriori, assicurarsi che anche le ganasce anteriori funzionino correttamente e che non vi siano bolle d'aria.
  • Procedere allo spurgo delle ganasce anteriori partendo da quelle più lontane dal cilindro di comando fino a quelle più vicine.
ferodo-support-techtips-efficiency-lock2-visu3-2016
PROCEDIMENTO DI SPURGO - VEICOLI CON FRENI A TAMBURO

Quando si procede allo spurgo dei freni è sempre necessario seguire un determinato ordine, partendo con il punto della ruota più lontano dal cilindro di comando (posteriore sinistro o posteriore destro, in base alla configurazione del veicolo, ossia guida a destra o guida a sinistra).

Prima di avviare il procedimento di spurgo, è essenziale assicurarsi di avere effettuato la corretta regolazione manuale (se presente) dei ceppi dei freni per l'apertura del freno a tamburo, secondo le specifiche del costruttore.

  • Con tutti i rubinetti di spurgo chiusi, inserire il tubo di spurgo nel rubinetto di spurgo del cilindro della ruota più lontano dal cilindro di comando e aprire il rubinetto. 
  • Dare colpi lenti, pieni e decisi al pedale del freno finché il liquido del freno non sia visivamente (nel tubo di spurgo) pulito e privo di eventuali bolle d'aria. > Con il pedale completamente premuto, chiudere il rubinetto di spurgo e rimuovere il tubo.
  • Continuare con la ganascia posteriore opposta e ripetere la procedura. 
  • Una volta completate le operazioni elencate sopra per i cilindri della ruota posteriore, assicurarsi che anche le ganasce anteriori funzionino correttamente e che non vi siano bolle d'aria. 
  • Infine, assicurarsi che si raggiunga una pressione del pedale adeguata.

 
 

B. PEDALE SPUGNOSO

Questo fenomeno si verifica quando la risposta dei freni è lenta, il pedale risulta, appunto, spugnoso, ovvero più morbido di come dovrebbe essere, ed è necessaria una forza eccessiva per far rallentare il veicolo.

CHE COSA CAUSA IL PROBLEMA DEL PEDALE SPUGNOSO E COME LO SI PUÒ RISOLVERE?

Le anomalie dei tubi freno sono spesso la causa delle perdite di liquido freni o del rigonfiamento dei tubi stessi e, quindi, di una risposta non adeguata del pedale.

COME EVITARE LE ANOMALIE DEI TUBI FRENO

1. INVECCHIAMENTO: controllare i tubi periodicamente per accertarsi che non ci siano tagli, segni di usura e perdite.

2. MONTAGGIOassicurarsi che i tubi non siano piegati o attorcigliati, che sia applicata la coppia di serraggio corretta e che non entrino in contatto con i componenti della sospensione una volta che il veicolo è abbassato.

3. QUALITÀ: scegliere tubi caratterizzati da elevata resistenza, buona flessibilità, bassa permeabilità all'acqua e scarso aumento del volume quando vengono pressurizzati. Ferodo offre una gamma completa di tubi freno di alta qualità e in continua crescita per soddisfare le necessità del mercato.

Consigli tecnici correlati
{{lede.date | date:'dd-MMM-yyyy'}}{{lede.tags.length > 0 && lede.date ? ' | ' : ''}}{{lede.tags.join(', ')}}
caricamento in corso...